DOLORE DORSALE

  • • Difficoltà nella posizione mantenuta per lungo tempo.
  • • Difficoltà nel fare respiri profondi.

Il dolore dorsale si manifesta o si accentua in determinate posizioni, mentre tende a diminuire con il riposo o la mobilizzazione. La dorsalgia può essere accompagnata da sintomi secondari, quali: mal di testa, rigidità del collo, dolore alle spalle, affaticamento muscolare, intorpidimento e formicolii.

DOLORE CERVICALE

  • • Mal di testa e senso di nausea.
  • • Rigidità nei movimenti cervicali.
  • • Dolore notturno.

Cattiva postura, posizioni anomale quando si dorme, sovraccarico funzionale e traumi acuti a carico del collo sono le principali cause di dolori cervicali.
Tutte queste condizioni incidono sulla muscolatura del collo o sui legamenti delle vertebre cervicali, provocando, per quanto concerne i muscoli, tensioni, contratture, retrazioni o stiramenti e, per quanto riguarda l’apparato legamentoso, distorsioni più o meno gravi.
Il dolore cervicale, tuttavia, riconosce anche altri fattori causali, meno comuni dei precedenti, ma decisamente più importanti dal punto di vista clinico, soprattutto in alcuni casi.

DOLORE LOMBARE

  • • Sentirsi rigidi la mattina appena svegli.
  • • Difficoltà per vestirsi la mattina.
  • • Dolore aumenta dopo essere stato seduto a lungo.

• Rigidità locale;
• Formicolio o bruciore locale;
• Difficoltà di movimento. È dovuta all’acutizzarsi della sensazione dolorosa.
• Dolore, formicolio e/o senso di debolezza a una coscia;
• Zoppia. È comunemente associata al dolore lombare, quando il fattore causale è la cruralgia, un’ernia del disco o la sciatalgia;
• Perdita di controllo dello sfintere anale e/o vescicale. È osservabile, per esempio, in presenza di un tumore vertebrale o di un’ernia del disco;
• Atrofia muscolare a livello degli arti inferiori.


DOLORE ALL’ANCA

  • • Difficoltà a salire scendere le scale.
  • • Dolore dopo esser stati seduti per lungo periodo.
  • • Difficoltà a camminare per tratti lunghi.

 • Acondroplasia
• Artrite
• Artrite reumatoide
• Artrosi
• Borsite
• Ernia del disco
• Morbo di Paget
• Osteocondrosi
• Osteonecrosi
• Osteoporosi
• Piede cavo
• Progeria
• Sacroileite
• Spondilite anchilosante
• Tendinite

DOLORE ALLA SPALLA​

  • • Difficolta nel dormire la notte.
  • • Difficolta nel vestirsi.
  • • Difficolta nel sollevare pesi.

Le patologie della spalla riguardano spesso i tendini dell’articolazione scapolo-omerale che, essendo le strutture più sottoposte a sollecitazioni ed usura, possono essere interessate da infiammazioni, borsiti e lacerazioni.

• Tendinite della spalla
• Periartrite scapolo-omerale
• Capsulite adesiva della spalla
• Tendinopatia calcifica

DOLORE ALLA PIANTA DEL PIEDE

  • • Difficoltà i primi passi mattutini.
  • • Difficoltà ad indossare calzature basse.
  • • Camminare a piedi scalzi.
  • • sensazione di avere un sassolino sotto il piede
    • difficoltà a camminare o a caricare il peso sul piede, instabilità
    • lividi
    • ispessimenti cutanei
    • ulcerazioni
    • alterazioni della sensibilità
    • deformità.

DOLORE ALLA MANO

  • • Difficoltà nello stringere la mano.
    • Difficoltà a sollevare pesi.
    • Rigidità delle dita.
  • • Artrosi radio carpica
  • • Sindrome /tendinite di de Quervain 
  • • Morbo di dupuytren
  • • Rizoartrosi
  • • Dito a scatto
  • • Artrite reumatoide
  • • Fratture
  • • Esiti neurologici

DOLORE AL TENDINE DI ACHILLE

• Dolore forte nei primi passi la mattina appena sveglio.
• Difficoltà nei primi passi dopo esser stato seduto.
• Dolore durante il cammino.

Il tendine d’Achille può essere al centro di varie condizioni patologiche, tra cui: infiammazioni, rotture e xantomi tendinei.

A prescindere dalla sua natura, l’infiammazione del tendine d’Achille si associa ad alcuni sintomi tipici, che sono:

• Dolore alla gamba, che peggiora in occasione di qualsiasi esercizio fisico che coinvolga gli arti inferiori;
• Gonfiore nella zona anatomica in cui risiede il tendine d’Achille;
• Senso di rigidità a livello della caviglia.

DOLORE AL GOMITO

  • • Difficoltà a stringere la mano.
  • • Difficoltà a sollevare persi.
  • • Dolori al mattino.
  • • Lussazione
  • • Epicondilite
  • • Epitrocleite
  • • Borsiti
  • • Artropatie
  • • Rigidità
  • • Fratture
  • • Rottura del tendine distale del tricipite brachiale
  • • Compressione del nervo ulnare

DOLORE AL GINOCCHIO

  • • Difficoltà a salire scendere le scale.
  • • Difficoltà a camminare per tratti lunghi.
  • • Dolore dopo che sei stato seduto per lungo periodo.
  • • Condropatia tibio-femorale e femoro-rotulea
  • • Sindrome della Bendelletta Ileo-Tibiale
  • • Tendinopatia Rotulea
  • • Cisti di Baker
  • • Artrosi e artriti di diversa natura e altamente invalidanti nella vita quotidiana
  • • Meniscopatie e meniscosi
  • • Eventi traumatici quali distorsioni o fratture
  • • Interventi chirurgici quali Ricostruzione del LCA e artroscopia articolare e/o meniscectomia