FISIOEQUIPE

Studio di fisioterapia in Roma

| |

LESIONI MUSCOLARI: dopo quanto tempo è possibile tornare all'attività sportiva?

Le lesioni muscolari si verificano a seguito di una eccessiva sollecitazione del muscolo.  Si può trattare di contrazioni in accorciamento (concentriche) o più frequentemente in allungamento (eccentriche).

Rappresentano dal 10 al 55% di tutti gli infortuni acuti nello sport.  Nel calcio causano il 25% di assenza da allenamenti e competizioni.

I Muscoli bi-articolari vengono più frequentemente coinvolti. In particolar modo le lesioni sono frequenti  a livello degli hamstring- bicipite femorale (30-37%), del muscolo retto femorale (20-30%) e del capo mediale del gastrocnemio (13%).

Possono essere conseguenti ad un evento traumatico unico sia esso diretto o indiretto o da sovraccarico funzionale, provocate da sollecitazioni sottomassimali ripetute.

Le lesioni muscolari causate da traumi diretti si manifestano con ematoma, tumefazione e dolore.  Mentre le lesioni muscolari causate da traumi indiretti comportano dolenzia aspecifica , pesantezza e rigidità.

L’esame per eccellenza da fare in caso di lesione muscolare è l’ecografia  o la risonanza magnetica per le lesioni non strutturali.

I tempi di recupero per il ritorno in campo non sono prestabiliti. Dipendono dal grado di lesione e dalle caratteristiche antropometriche del soggetto.

È fondamentale un corretto programma terapeutico riabilitativo volto sia a gestire il dolore e sia ad evitare le recidive dopo il ritorno all’attività sportiva.

La maggior parte di queste lesioni sono trattate conservativamente con ottimi risultati.

Se ti è piaciuta questa notizia, clicca Mi piace in alto a sinistra. Se pensi che possa essere utile anche ad altri, condividila con i tuoi amici.
RITIENI QUESTA INFORMAZIONI INTERESSANTE ??? COMPILA IL FORM E SCRIVICI
* campi obbligatori Autorizzo al trattamento dei miei dati personali ai sensi del D. Leg. 196/03!